Grecia continentale…meraviglioso Peloponneso!

peloponneso_viaggiandovaldi

Ci eravamo lasciati sul ponte di Patrasso, pronti per entrare nel Peloponneso….ed eccoci qui.

We left you on the Patras bridge, ready to enter in the Peloponnese …. and here we are.

peloponneso_viaggiandovaldi

Il Peloponneso, o l’altra Grecia, è ben lontano dalle numerosissime e gettonatissime isole del paese. Si tratta di una penisola staccata artificialmente dal canale di Corinto, un territorio diverso, più autentico, dove potrete trovare alcuni dei più importanti resti di storia, fare un tuffo nel passato, e perdervi nel bellissimo paesaggio che saprà conquistarvi, con la sua eccezionale varietà: un mare cristallino, impervi e montagnosi interni, splendide vallate…

Un viaggio alla scoperta della vera Grecia, una vacanza che vi emozionerà.

La gente del posto vi accoglierà amabilmente, sentirsi a casa sarà facilissimo.

Tre “dita”da percorrere tutte, ammirandone a pieno le caratteristiche, così diverse le une dalle altre.

Noi iniziamo subito dal primo dito, il più occidentale. Prima tappa: Methoni.

The Peloponnese, or the other Greece, is far from the numerous and highly popular islands of the country. It is a peninsula separated artificially from the Corinth Canal, a more authentic territory , where you can find some of the most important remnants of history, take a dip in the past, and lose yourself in the beautiful landscape that will win you over with its exceptional variety : clear blue sea, rugged and mountainous interior, beautiful valleys …

A journey to discover the real Greece, a vacation that will excite you.

The local people will welcome you warmly, feeling at home will be easy.

Three “fingers” to visit, admiring all their features, so different from each other.

We begin immediately with the first finger, the most western. First stop: Methoni.

Methoni_greece_viaggiandovaldi

In realtà lungo il tragitto avevamo pensato di fermarci ad Olimpia, per visitare il sito, ma proprio in corrispondenza della località siamo stati travolta da una fortissima pioggia che ci ha spinto a continuare. Una sosta in quelle condizioni sarebbe stata inutile.

Methoni è una splendida cittadina di mare nella parte più meridionale del primo dito del Peloponneso.

At first, along the way, we had planned to stop at Olympia to visit the site, but right near the city we were overwhelmed by a strong rain that forced us to continue. A stop in those conditions would have been useless.
Methoni is a beautiful seaside town in the southernmost tip of the first finger of the Peloponnese.

Methoni_greece_viaggiandovaldi

Soggiorniamo qui due notti, la prima presso l’Hotel Giota, proprio nella piazza principale, la seconda all’Hotel Albatros, nella strada di ingresso del paese, altrettanto comodo e più economico (qui abbiamo trovato un po di difficoltà a trovare una sistemazione, per lo più diluviava!).

Ceniamo alla Taverna Klimataria, che ha un grazioso giardino interno, molto caratteristico. La seconda sera, invece, decidiamo di mangiare solo souvlaki, letteralmente spiedino, uno dei piatti tipici della Grecia; lo troverete ovunque. Noi li mangiamo da Nonda’s, un posticino super rustico, principalmente frequentato dai locali, situato in una via secondaria dietro il nostro secondo Hotel.

Methoni in passato fu una delle principali basi navali della Repubblica di Venezia e la sua fortezza, per via della posizione strategia,  veniva tenuta in grande considerazione, considerata Venetiarum ocellae (“occhi di Venezia”).

We stayed two nights, the first at the Hotel Giota, right in the main square, the second one at the Hotel Albatros, in the entrance road of the village,  cheaper (here we found a bit of difficulty to find an accommodation, mostly because of the heavy rain !).
We had dinner at the Tavern Klimataria, which has a pretty courtyard garden, very characteristic. The second evening, instead, we decided to eat only souvlaki, a skewer, one of the typical dishes of Greece; you will find it everywhere. We ate them as Nonda’s, a rustic little place, frequented mainly by local people, located on a side street behind our second Hotel.
Methoni in the past was one of the main naval bases of the Republic of Venice and its fortress, because of the strategic position, was held in high esteem, considered Venetiarum ocellae (“eyes of Venice”) …

Methoni_greece_viaggiandovaldi

Essa è gratis fino alle 15:00. E’ davvero molto bella e suggestiva…vi consigliamo di visitarla..noi siamo andati presto, per approfittare del fresco delle prime ora della mattina.

It can be visited free of charge until 3 pm. It is really very beautiful and charming … we recommend to visit it .. we went early , to enjoy the coolness of the morning.

Methoni_greece_viaggiandovaldi Methoni_greece_viaggiandovaldi Methoni_greece_viaggiandovaldiMethoni_greece_viaggiandovaldi Methoni_greece_viaggiandovaldi Methoni_greece_viaggiandovaldi

DSCN9096 Methoni_greece_viaggiandovaldi
Subito dopo, raggiungiamo la famosissima Voidokilia beach.

Soon after, we reached the famous Voidokilia beach.

Voidokilia Beach

Voidokilia Beach

Voidokilia Beach Voidokilia Beach Voidokilia Beach

Sopra la spiaggia, si trovano le Grotte di Nestore, e ancora più su i resti  del castello della vecchia Pylos. Noi siamo saliti a piedi fino alle grotte, per godere soprattutto della magnifica vista. La passeggiata, eccetto il caldo, è facile.

Above the beach, there are the Nestor’s Caves and, even more on the top, the ruins of the old castle Pylos. We went up to the caves, to enjoy especially the magnificent view. The walk  is easy.

Voidokilia Beach Voidokilia Beach Voidokilia Beach Voidokilia Beach Voidokilia Beach

Il giorno seguente, ore 10:00, partenza l’Isola della Sapienza, che si trova proprio di fronte a Methoni (15 € a persona, rientro alle 13:00).

The following day, at 10 am, we went to the island of Sapienza, which is right in front of Methoni (15 € per person, return to 13:00).

sapienza island_greece_viaggiandovaldi

Nel 1354, fu teatro della Battaglia di Sapienza, uno scontro navale tra le repubbliche marinare di Genova e Venezia.

Ne vale la pena…che dite?

In 1354, it was the scene of the Battle of Sapienza, a naval battle between the maritime republics of Genoa and Venice.
It’s worth it … don’t you think?

sapienza island_greece_viaggiandovaldi sapienza island_greece_viaggiandovaldi sapienza island_greece_viaggiandovaldi sapienza island_greece_viaggiandovaldi sapienza island_greece_viaggiandovaldi sapienza island_greece_viaggiandovaldi sapienza island_greece_viaggiandovaldi sapienza island_greece_viaggiandovaldi sapienza island_greece_viaggiandovaldi sapienza island_greece_viaggiandovaldi

Tornati a Methoni, a malincuore risaliamo in macchina, direzione Mani, il secondo dito del Peloponneso, nella penisola della Laconia, dove gli abitanti, forgiati dal sole e dalle rocce, sono i più duri ed autentici di tutta la Grecia.

Lungo la strada, siamo emozionati per questa nuova meta, che già durante il tragitto si inizia a presentare in tutto il suo fascino. Il paesaggio intorno a noi piano piano cambia, passando da panorami verdi e lussureggianti, a rocce infuocate, a picco sul mare blu, a terreni aridi, deserti, quasi all’apparenza inospitali. In alcuni tratti, non ci sarete altro che voi. Eppure, nel Mani, abbiamo lasciato il cuore…questo suo aspetto così freddo, si rivelerà più accogliente che mai.

After returning in Methoni, reluctantly we moved in direction of Mani, the second finger of the Peloponnese, in the Laconia peninsula, where you can find the most authentic greek people.

Along the way, we were excited about this new destination, which already on the way starts to show us all its charm. The landscape around us slowly change, from green and lush landscapes, flaming rocks, blue sea, barren lands, deserts, almost seemingly inhospitable. In some places, there will not be other than you. Yet, here, we left our heart and it will prove to be more welcoming than ever..

Peloponneso_viaggiandovaldi Peloponneso_viaggiandovaldi

Peloponneso_viaggiandovaldi

La prima tappa è stata la meravigliosa Kardamily.

The first stop: the wonderful Kardamily.

Kardamyli_greece_mani_viaggiandovaldi

Situata nella parte iniziale del Mani, Kardamily gode di paesaggi lussureggianti ed accoglienti. E’ un delizioso villaggio marittimo, ricco di ulivi e cipressi, casette in pietra, golfi, baie, che ne fanno, dicono, la Nuova Costa Azzurra.

Qui abbiamo dormito presso Lela’s room: posizione meravigliosa, con una vista magica.

Located in the initial part of the Mani, Kardamili enjoys lush landscapes and beautiful sea. It ‘a lovely seaside village, rich in olive and cypress trees, stone houses, gulfs, bays, which make it like the New Côte d’Azur.
Here we slept at Lela’s room: wonderful location, with a magical view.

Kardamyli_greece_mani_viaggiandovaldi

Kardamyli_greece_mani_viaggiandovaldi
Kardamyli_greece_mani_viaggiandovaldi

Kardamyli_greece_mani_viaggiandovaldi

Quando arriviamo sono le 5 di pomeriggio…orario perfetto per fare un giro nel paese.

We arrived in the afternoon … perfect time to discover the village.

Kardamyli_greece_mani_viaggiandovaldi Kardamyli_greece_mani_viaggiandovaldi Kardamyli_greece_mani_viaggiandovaldi

Kardamyli_greece_mani_viaggiandovaldi

Kardamyli_greece_mani_viaggiandovaldi Kardamyli_greece_mani_viaggiandovaldi Kardamyli_greece_mani_viaggiandovaldi

La mattina dopo, appena svegli, ci tuffiamo nelle acque cristalline da una delle piattaforme lungo la costa. Ecco cosa significa un Buongiorno!

The next morning, barely awake, we dove into the crystal clear waters, from one of the platforms along the coast. That’s what  a good morning means!

Kardamyli_greece_mani_viaggiandovaldi

Colazione, valige e di nuovo in viaggio, direzione Gerolimenas, nella parte più a sud del Mani. Lungo il percorso, però, ci fermiamo tantissime volte, il paesaggio ci incanta e non possiamo fare a meno di fotografarlo, di fermarci nelle tante calette  e nuotare in un mare splendido.

Breakfast  and ready again on the road, directed to Gerolimenas, in the southernmost part of the Mani. Along the way, we stopped many times, spellbound  by the landscape. We took some pictures, stoped in the many coves and swam in a wonderful sea.

Mani_peloponneso__viaggiandvaldi Mani_peloponneso__viaggiandvaldi Mani_peloponneso__viaggiandvaldi Mani_peloponneso__viaggiandvaldi

Una delle migliori calette la scegliamo come sosta per il pranzo: Limeni, in direzione sud, un bellissimo borgo affacciato sul mare verde e cristallino…un vero spettacolo.

We chose the best place  for lunch: Limeni, in the south, a beautiful village overlooking the green and crystalline sea … a real show.

Limeni_greece_viaggiandovaldi Limeni_greece_viaggiandovaldi

Qui, tra l’altro, ci fermiamo a pranzo in uno dei tanti ristorantini affacciati sul mare, dove dicono si mangi uno dei pesci più buoni del paese, appena pescato!

Here,  we had lunch in one of the many restaurants overlooking the sea, where you can eat one of the most delicious fish in the country, freshly caught!

Limeni_greece_viaggiandovaldi

Inutile dire che un bagno è stato d’obbligo!

Of course, we dove into the water!

Limeni_greece_viaggiandovaldi

Limeni_greece_viaggiandovaldi

Limeni_greece_viaggiandovaldi

A seguire, raggiungiamo le Grotte di Dirou ( ingresso 12 € a persona – chiusura alle 18). Con i suoi magnifici colori, si considera una delle grotte più affascinati del mondo. Si visita su una barchina,  il giro dura circa 25 minuti. Bella esperienza.

Next, we reached the Diros Caves (ticket 12 € per person – closing at 18). With its magnificent colors, they are considered one of the most fascinating caves in the world. You visit it on a small boat, the ride takes about 25 minutes. Good experience.

Grotte di Dirou_greece_viaggiandovaldi

A poca distanza dalle Grotte, si trova la Baia di Mezapos, bellissima.

Not far from the Caves, there is the beautiful Mezapos Bay.

Baia di Mezapos_greece_viaggiandovaldi

Baia di Mezapos_greece_viaggiandovaldi

Baia di Mezapos_greece_viaggiandovaldi

Baia di Mezapos_greece_viaggiandovaldi

In serata, finalmente arriviamo a Gerolimenas, un piccolo villaggio di pescatori, famoso soprattutto per i suoi polipi, lasciati asciugare all’aria, appesi.

In the evening, we finally arrived in Gerolimenas, a small fishing village, famous for its octopuses, hanging in the air to dry .

Gerolimenas_greece_viaggiandovaldi

Il bello del Mani è che senza accorgervene vi troverete in questi piccoli villaggi, costituiti da pochissime casette che, racchiusi in deliziose baie, sembrano essere rimasti indietro nel tempo. La sensazione che si prova è quella di pace e relax, che tanto spesso desideriamo, soprattutto venendo da città caotiche, come noi da Roma. Il ritmo rilassato della vita, quello che ti fa apprezzare anche le piccole cose.

La mattina successiva, anche qui, sveglia e tuffo nelle splendide acque greche, giro per il paesino e di nuovo in macchina…

The beauty of the Mani is that, without realizing, you will arrive in these small villages, made up of very few houses that, encased in delicious bays, seem to be left behind in time. The feeling is of peace and relaxation. The relaxed pace of life that makes you appreciate the little things.
The next morning, dive in the beautiful Greek waters, visit of the village and again in the car …

Gerolimenas_greece_viaggiandovaldi

Gerolimenas_greece_viaggiandovaldi

Gerolimenas_greece_viaggiandovaldi

Gerolimenas_greece_viaggiandovaldi

… direzione Vathia.

…direction Vathia.

Vathia_greece_viaggiandovaldi

Arroccato su uno sperone roccioso, questo paesino è uno dei luoghi più autentici del Mani. Qui, infatti, potrete ammirare alcuni esempi di case in pietra, simili a tante torrette, tipiche di quest’area.

Perched on a rocky outcrop, this village is one of the most authentic places of the Mani. Here, in fact, you can see some examples of stone houses, like so many towers, typical of this area.

Vathia_greece_viaggiandovaldi

Vathia_greece_viaggiandovaldi

Continuando, ci fermiamo un sacco di altre volte, scegliendo le calette che più ci colpiscono. Tra le tante, optiamo per Marmari (scegliete la 2°spiaggia, non attrezzata, per scendere trovate un sentiero).

Continuing on the road, we stopped many  times, choosing the coves that we liked the most. Among the many, we opted for Marmari (choose the 2nd beach, not equipped, there is a path to go down).

greece_viaggiandovaldi

Porto Kagyo è stata la scelta per il pranzo: tavolini sulla sabbia e insalata greca!  Se vi va, da qui potete raggiungere Capo Tenaro, la punta più meridionale del Peloponneso e dell’Europa continentale. Parcheggiate la macchina al termine della strada e raggiungete a piedi il faro. Il cammino dura circa 45 minuti; ci hanno detto che è una bella passeggiata, consigliata soprattutto nelle ore del tramonto. Noi purtroppo non abbiamo fatto in tempo😦

Porto Kagio was the choice for lunch: small tables on the sand and Greek salad! If you like, from there, you can reach Cape Tenaro, the southernmost tip of the Peloponnese and continental Europe. Park your car at the end of the road and walk to the lighthouse. The journey lasts about 45 minutes but it should be a nice walk, especially recommended in the hours of sunset. We unfortunately did not have time😦

Porto Kagyo_greece_viaggiandovaldi

In ogni caso, prima di ripartire ci siamo fatti un’altrettanta bella passeggiata lungo la montagna, seguendo un piccolo sentiero, fino a raggiungere la chiesetta di S. Nicolaus, proprio dietro il promontorio (5 min. a piedi dalla fine del porto).

Anyway, before we left, we had an equally nice walk down the mountain, along a small path, until  the church of St. Nicolaus, just around the headland (5 min. walk from the end of the harbor).

greece_viaggiandovaldi

greece_viaggiandovaldi

E’ una passeggiata bellissima che vi consigliamo…arrivati alla chiesa godrete di una vista mozzafiato e di un senso di libertà meraviglioso.

It is a beautiful walk that we recommend … arrived to the church you can admire a breathtaking view with a wonderful sense of freedom.

greece_viaggiandovaldi

greece_viaggiandovaldi

greece_viaggiandovaldi

Porto Kagyo si trova proprio nella parte più a Sud del Mani, superato il quale si passa nella parte orientale. Qui, ci fermiamo a Lagia, dove compriamo uno squisito miele locale e dove, con grande sorpresa, entriamo nella chiesa proprio sulla piazza principale. Entrando, rimaniamo a bocca aperta per le sue decorazioni. Interamente dipinta, un po’ come le Meteore, è davvero bellissima. Da fuori mai avremmo pensato che l’interno poteva essere così affascinante.

Risalendo lungo il versante orientale, raggiungiamo la caletta di Alipa, località Nyfi, superata Kotronas.

Porto Kagio is located on the far south of the Mani, after which you pass in the east. Here, we stopped in Lagia, where we bought a delicious local honey and where, to our surprise, we entered into the church on the main square. Upon entering, we were amazed by its decorations. Entirely painted, a little ‘as the Meteors, it is really beautiful. From the outside, you don’t think that the interior is so fascinating.
Going up along the eastern side, we reached Alipa bay, near Nyfi, exceeded Kotronas.

greece_viaggiandovaldi

La nostra meta, però, è Gythio, dove pernottiamo al Saga Hotel, proprio sul lungomare, quasi alla fine, vicino al faro. Questa sosta è stata utilizzata come base per raggiungere, il giorno successivo, l’isola di Elafonissos (imbarco a Neapoli, 12 minuti di traversata, 12€ con la macchina).

Our goal, though, was  Gythion, where we stayed one night at the Saga Hotel, right on the waterfront, almost at the end, near the lighthouse. This stop has been used as a basis for reaching the next day, the island of Elafonissos (boarding at Neapolis, 12-minute journey, € 12 with the car).

Elafonissos_greece_viaggiandovaldi

Elafonissos è una delizia, molto piccola, con una superficie di appena 19 km quadrati. Pensate che divenne un’isola a seguito del terremoto del 375, dista appena 300 m dal Peloponneso.

Il suo nome, in greco, significa isola dei cervi.  Pare, come riferisce Pausania, che lungo le sue coste, nell’antichità, era molto praticata la caccia ai cervi rossi. Inoltre, sembra che la sua forma ricordi la testa di un cervo.

Qui, abbiamo dormito all’Hotel Bordussi, decisamente più caro rispetto alle sistemazioni trovate nel Peloponneso, ma una delle poche soluzioni rimaste nonostante avessimo prenotato per tempo, prima di arrivare, poichè meta molto gettonata e turistica.

In ogni caso, se si evitano le spiagge più commerciali, si può godere di un posto favoloso. La spiaggia più famosa è Simos beach, ma poco prima di raggiungerla fate caso ad una caletta meravigliosa e soprattutto andate a Panagia beach che, a nostro avviso, è molto, ma molto, più bella e decisamente meno affollata.

Elafonissos is a delight, is very small, with an area of just 19 square kilometers. Think that it  became an island following the earthquake of 375 and it is just 300 m from the Peloponnese.

Its name, in greek, means deers’s island. Apparently, as reported by Pausanias, along its coasts, in antiquity,  hunting red deer was comune. Also, it seems that its shape reminds the head of a deer.

Here, we stayed at the Hotel Bordussi, significantly more expensive than the accomadations found in the Peloponnese, but one of the few remaining solutions despite booking early, before arriving. It is a very turistic destination.

In any case, if you avoid the more commercial beaches, you can enjoy a fabulous place. The most famous beach is Simos beach, but just before you reach it,there is a beautiful little bay, empty! Absolutely, go to Panagia beach which, in our opinion, it is much, much, more beautiful and much less crowded.

Elafonissos_greece_viaggiandovaldi Elafonissos_greece_viaggiandovaldi Elafonissos_greece_viaggiandovaldi Elafonissos_greece_viaggiandovaldi Elafonissos_greece_viaggiandovaldi

Fatto il pieno di sole e di relax, alle 16:00 riprendiamo il traghetto e torniamo nel Peloponneso, diretti a Monenvasia (1 h circa di macchina).

Full of sun and relaxation, at 16:00 we took the ferry and we went  back in the Peloponnese, directed to Monenvasia (about 1 hour drive) .

Monenvasia_greece_viaggiandovaldi

Dal greco Μονεμβασία: “un solo accesso”. La città fortificata era infatti dotata di un’unica porta d’ingresso. Oggi è collegata alla terra ferma da una striscia di terrà lunga 400 m.

All’interno della fortezza si sviluppa la città bassa. Arroccata sulla rocca, e ormai abbandonata, si trova, invece, la città alta.

Strette viuzze, chiese bizantine, palazzi, cisterne sono ciò che vi aspetta una volta varcato l’ingresso. Tutto è mantenuto in buono stato, sembra un po che il tempo si sia fermato.

Ad agosto, ovviamente è piena di turisti che affollano i vicoli, ma se saprete guardare oltre, riuscirete ad apprezzare questo piccolo gioiellino.

Per dormire scegliamo Gefyra (Hotel Panorama), una cittadina sviluppatasi ai piedi di Monenvasia essenzialmente con finalità turistiche. Il vantaggio oltre che economico e pratico è quello di poter raggiungere Monenvasia a piedi, attraversando il ponte e facendo una piacevolissima camminata, godendo di una bellissima vista. Il tragitto è facile, ma se volete ci sono dei bus che partono dall’inizio del ponte ogni mezz’ora (biglietto € 1,00).

From greek Μονεμβασία “one access.” The walled city was, in fact, equipped only with a single access. Today, it is connected to the mainland by a ground line of 400 m long.

Inside the fortress develops the lower city. Perched on the rock, and now abandoned, there is the upper town.

Narrow streets, Byzantine churches, palaces, cisterns are what awaits you once inside. Everything is kept in good condition, it looks a little like time has stood still.

In August, of course, it is full of tourists who flock to the streets, but if you can look beyond, will be able to appreciate this little gem.

We choose to sleep Gefyra (Hotel Panorama), a town that grew at the foot of Monenvasia, essentially for tourist purposes. The advantage as well as economic and practical is to reach Monenvasia walking across the bridge and making a pleasant walk, enjoying a beautiful view. The walk is easy, but if you want, there are buses that leave every half hour from the start of the bridge (€ 1.00 ticket).

Monenvasia_greece_viaggiandovaldi Monenvasia_greece_viaggiandovaldi

Monenvasia_greece_viaggiandovaldi Monenvasia_greece_viaggiandovaldi Monenvasia_greece_viaggiandovaldi Monenvasia_greece_viaggiandovaldi Monenvasia_greece_viaggiandovaldi

Non avendo avuto modo di farlo la sera, la mattina dopo torniamo nel centro di Monenvasia con l’intento di visitare anche la chiesa di Agia Sofia. Il nostro piano fallisce essendo chiusa per restauro. Ne approfittiamo per fare qualche altro giretto.

Not having had the opportunity to do it in the evening, the next morning we went back in the center of Monenvasia with the intent to visit the church of Agia Sofia. Our plan failed: the church was closed for restoration. We took the opportunity to make another walk there.

Monenvasia_greece_viaggiandovaldi Monenvasia_greece_viaggiandovaldi

La tappa successiva è Nafplio, dove passeremo una notte all’Hotel Ilion, una vecchia dimora storica, molto molto bella, ed in pieno centro storico.

Nafplio è uno dei principali porti della Grecia orientale. La città conserva i resti di un passato ricco di dominazioni che vanno da quella micenea, a quella bizantina, passando per il dominio franco a quello veneziano, fino a passare anche nelle mani dei turchi.

Nafplio fu la prima capitale della Grecia indipendente fino al 1834.

La Fortezza di Palamidi (ticket € 4,00 a persona), molto bella e con una vista stupenda, è una delle principali attrazioni.

The next stop was Nafplio, where we spent one night at the Hotel Ilion, an old historic house, very beautiful, and in the city center.

Nafplio is one of the main ports of eastern Greece. The city houses the remains of a past full of dominations ranging from Mycenaean to the Byzantine, through the Franks at the Venetians, to the hands of the Turks.

Nafplio was the first capital of independent Greece until 1834.

The Fortress of Palamidi (ticket € 4,00 per person), very nice and with a wonderful view, is one of the main attractions.

Fortezza di Palamidi_Nafplio_greece_viaggiandovaldi

Fu costruito tra il 1687 e il 1715 durante il secondo periodo di dominio veneziano, con un’altezza di 216 metri sopra la città.

La struttura è costituita da otto bastioni circondati da mura. Durante la dominazione turca venne usata anche come prigione.

It was built between 1687 and 1715 during the second period of Venetian rule, with a height of 216 meters above the city.

The structure consists of eight bastions surrounded by walls. During the Turkish domination was also used as a prison.

Palamidi_Nafplio_greece_viaggiandovaldi

Fortezza di Palamidi_Nafplio_greece_viaggiandovaldi

Fortezza di Palamidi_Nafplio_greece_viaggiandovaldi

Fortezza di Palamidi_Nafplio_greece_viaggiandovaldi

Fortezza di Palamidi_Nafplio_greece_viaggiandovaldi

Dopo la Fortezza, ci facciamo un giro per il centro.

After the fortress, we walked in the city center.

Nafplio_greece_viaggiandovaldi

Fortezza di Palamidi_Nafplio_greece_viaggiandovaldiLa mattina dopo, finalmente, raggiungiamo Epidauro ed il suo splendido teatro.

The next morning, at last, we reached Epidaurus and its wonderful theater.

Epidauro_greece_viaggiandovaldi

Costruito nel IV secolo a.c, originariamente era composto da 34 file di sedili alle quali i Romani ne aggiunsero altre 21, per un totale di 55. La sua capienza è 15.000 posti.

Incastonato in una splendida collina, il teatro ha un’acustica eccezionale. Fin dagli ultimi posti è possibile sentire le recitazioni in maniera perfetta, senza il supporto di amplificatori. Durante l’estate si svolge il “Festival di Epidauro”. Se capitate in quei giorni date un’occhiata al programma  e vedete se riuscite ad assistere ad una rappresentazione teatrale degli antichi drammi greci in una location esclusiva. Noi purtroppo siamo capitati in un giorno in cui non erano previsti spettacoli😦

Built in the fourth century B.C., it was originally composed of 34 rows of seats to which the Romans added another 21, for a total of 55. Its capacity is 15,000 seats.

Nestled in a beautiful hill, the theater has excellent acoustics. From the last places you can hear the recitations perfectly without the support of amplifiers. During the summer, takes place the “Festival of Epidaurus”; attend a theatrical representation of the ancient Greek dramas, in an exclusive location, could be a amzing experience. Unfortunately, we came went there when there were not shows in program😦

Epidauro_greece_viaggiandovaldi Epidauro_greece_viaggiandovaldi

In ogni caso, fermatevi assolutamente per una visita perchè è davvero molto bello (ingresso sito € 6,00)

Lasciata Epidauro, ripartiamo, diretti verso Atene (distanza 130 km circa).

Prima di arrivare, però, non possiamo non fermarci sullo Stretto di Corinto...decisamente suggestivo!

In any case, visit the theatre and the entire site because they are really very nice (site entry € 6.00)

After Epidaurus, we moved again, heading for Athens (distance about 130 km).

Before arriving, however, we stopped at the Strait of Corinth … very impressive!

stretto di Corinto_greece_viaggiandovaldi

Si tratta di un canale artificiale lungo ben 6 km, che collega il Golfo i Corinto con il Mar Egeo.  Risale al 1800 circa e fu pensato per evitare che i navigatori dovessero compiere per forza il giro dell’intero perimetro del Peloponneso.

Finalmente, eccoci nella capitale greca: Αθήνα

Questa, però, è un’altra storia….

It is an artificial canal along well 6 km, linking the Corinthian Gulf and the Aegean Sea. Dates from about 1800 and was designed to prevent boaters were forced to navigate around the entire perimeter of the Peloponnese.

Finally, left the peloponneso, we arrived in the Greek capital: Αθήνα

This, however, is another story ….

Questa voce è stata pubblicata in Viaggiando... e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...