Birmania (1°parte – Yangon, Golden Rock, Bago, Monte Popa, Bagan)

Birmania_viaggiandovaldi

Un viaggio bellissimo e molto interessante, che abbiamo imparato ad apprezzare ancora di più al nostro rientro, ricordando i momenti trascorsi lì.

A very beautiful and interesting trip that we appreciated  even more on our return, remembering the moments spent there.

Partenza da Roma, a fine luglio,  direzione Bangkok. Da lì, abbiamo preso un altro aereo per Yangon.

Iniziamo subito con il dire che l’estate (la nostra) non è la  stagione più consigliata per visitare il paese, essendo periodo di piogge ma, salvo alcuni episodi, possiamo dire che ci è andata benissimo.

Anche questa volta, abbiamo strutturato il nostro viaggio giorno per giorno, appoggiandoci però al supporto di Teo (http://www.guidabirmania.it/teo.html), una guida locale, alla quale abbiamo chiesto aiuto per i trasporti. Non avendo a disposizione tantissimi giorni, abbiamo scelto di muoverci con gli aerei e con la macchina, evitando i bus pubblici. Teo è stato eccezionale nell’aiutarci (da soli non avremmo trovato su internet compagnie low cost locali).

Prima di iniziare a raccontarvi il nostro viaggio, qualche informazione pratica:

  • i cellulari italiani non funzionano non essendo ancora attivo il roaming. Tuttavia, spesso si trova il wi-fi che vi permetterà di comunicare ugualmente;
  • portatevi i dollari (quelli emessi dopo il 2006 ed in buone condizioni). Una volta sul posto, cambierete la somma desiderata in kyat, la moneta locale;
  • per entrare vi servirà il visto. Potete chiederlo qualche giorno prima all’Ambasciata della Birmania in Via di Villa Grazioli 29, Roma. Per noi hanno impiegato una settimana.

Departure from Rome, in late July, directed to Bangkok. From there, we took another plane to Yangon.

Let’s start by saying that the summer (our) is not the best season to visit the country, being the period of rains but, except for a few episodes, we can say that it went very well.

Also this time, we have structured our trip day by day, but relying on the support of Teo (http://www.guidabirmania.it/teo.html), a local guide, to whom we asked support for transport.  Teo has been fantastic in helping us (alone we would not have found on the internet low cost airlines local).

Before start to tell you about our trip, some practical information:

– the italian phones do not work, there  is not yet active roaming. However, often, there is the wi-fi that will allow you to communicate equally;
– bring with you dollars (those issued after 2006 and in good condition). Once in place, you will change the desired amount in kyat, the local currency;
– you will need a visa to enter. You can ask for it, at the Embassy of Burma in Via di Villa Grazioli 29, Rome. In few days it will be given back.

_________________

Ora possiamo iniziare.

Arriviamo a Yangon nella tarda mattinata. Colti immediatamente da un caldo torrido, e quanto mai umido, passiamo velocemente all’agenzia di Teo e, successivamente, arriviamo al Panda Hotel (80$ a notte con colazione).

Doccia, riposino per riprenderci dal viaggio, e poi pronti per scoprire Yangon o Rangoon come la ribattezzarono gli inglesi.

Si tratta della città più grande della Birmania che, fino al 2005, è stata la capitale del Paese. Dal  2006, la nuova capitale è Naypyidaw, il cui nome significa “Dimora dei Re”.

S0tto il dominio britannico, Yangon divenne un importante centro politico e commerciale del paese. La sua struttura venne abbellita con laghi e nuovi edifici, tanto da essere chiamata la “città-giardino dell’oriente”.

Rangoon divenne la capitale della Birmania il 4 gennaio 1948, quando il paese ottenne l’indipendenza dai britannici, tornando al suo nome originario, Yangon.

Oggi la città si presenta in via di evoluzione. Ovunque noterete cantieri ed edifici in costruzione. E’ abbastanza grande, girare a piedi non è semplicissimo. La popolazione è di circa 4 mln di abitanti.

Now we can start.

We arrive in Yangon in the late morning. Caught immediately by a heat wave and a humidity, we pass quickly at the Teo’s agency and then we get to the Panda Hotel ($ 80 per night with breakfast).

Shower, nap, and then ready to discover Yangon, or Rangoon as was renamed by the British.

It is the largest city in Burma who, until 2005, was the capital of the country. Since 2006, the new capital is Naypyidaw, whose name means “Abode of Kings”.

Under British rule, Yangon became the most important political and commercial center of the country. Its structure was embellished with lakes and new buildings, as to be called the “Garden City of the East”.

Rangoon became the capital of Burma on the 4 January 1948, when the country gained independence from the British and returned to its original name, Yangon.

Today, the city is in the process of evolution. Wherever, you will notice construction sites and buildings under construction. It’s quite large, not easily explored on foot. The population is about 4 million inhabitants.

____________

La nostra prima tappa è ovviamente la Shwedagon Paya (ingresso 8 $), simbolo della città.

Our first stop was obviously the Shwedagon Paya (admission $ 8), a symbol of the city.

Birmania_viaggiandovaldi

Si tratta di uno stupa dorato alto 98 metri che, posto ad ovest del lago reale, domina l’intera città. La parte superiore è tempestata di 4531 diamanti.

Essa rappresenta la pagoda più sacra per tutti i birmani e costituisce il fulcro della vita  religiosa e delle attività della comunità.

It is a golden stupa  98 meters which, located west of the real lake, overlooking the entire city. The upper part is studded with 4531 diamonds.

It represents the most sacred pagoda for all Burmese and it is the center of religious life and of the activities of the community.

Birmania_viaggiandovaldi

La leggenda afferma che la pagoda abbia all’incirca 2500 anni, anche se gli archeologi la datano ad un periodo più recente. In ogni caso, come previsto, sono tutt’ora esistenti controversie sulla data di origine.

La sua storia si dice che ebbe inizio quando due fratelli mercanti incontrarono Gautama Buddha il quale consegnò loro otto dei suoi cappelli da custodire in Birmania. I due si recarono sulla collina di Singuattara, dove erano conservate le altre reliquie del Buddha. Purtroppo, dopo poco, lo stupa cadde in rovina. Esso fu poi ricostruito, danneggiato da terremoti e ancora ricostruito.

L’area intorno è molto ampia, la pagoda è circondata da altri stupa minori. Ci sono diversi ingressi, l’atmosfera che si respira è piacevole.

The legend states that the pagoda has roughly 2500 years, although archaeologists date it to a more recent period. In any case, as expected, there are still existing controversy about its date of origin.

Its story says that it all started when two brothers merchants met Gautama Buddha who gave them eight of his hats to guard in Burma. Therefore, they went on the hill of Singuattara, where were preserved the other relics of the Buddha. Unfortunately, after a while, the stupa fell into disrepair. It was rebuilt, damaged by earthquakes and rebuilt again.

The surrounding area is very wide, the pagoda is surrounded by other smaller stupas. There are several entrances, the atmosphere is pleasant.

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi Birmania_viaggiandovaldi

suonare la campana per tre volte dopo le preghiere è un gesto di condivisione dello stato di grazia con gli altri fedeli

suonare la campana per tre volte dopo le preghiere è un gesto di condivisione dello stato di grazia con gli altri fedeli

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Continuiamo a piedi, scoprendo i dintorni.

We continued walking to discover the surrounding area.

Birmania_viaggiandovaldi Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Dopo un po’, tuttavia, prendiamo un taxi per raggiungere la Nga Htat Gyi Paya  e successivamente la Chaukhtatgyi Paya. Entrambe custodiscono due statue giganti di Buddha: il primo è un buddha seduto, rivestito d’oro con intarsi in legno, il secondo disteso, lungo 72 metri, una delle più grandi statue della Birmania.

After, we took a taxi to visit the Nga Htat Gyi Paya and then  the Chaukhtatgyi Paya. Both, are two giant statues of Baddha: the first,is a seated buddha, made of gold with wood inlaids, the second, a lying Buddha, 72 meters long, one of the largest statues of Burma.

Nga Htat Gyi Pay

Nga Htat Gyi Pay

Chaukhtatgyi Paya

Chaukhtatgyi Paya

Birmania_viaggiandovaldi

Prima di cena, visitiamo la  Sule Pagoda che si trova in pieno centro città.  Anch’essa, dorata, di differenzia dalle altre per la sua forma ottagonale.

Before dinner, we visited the Sule Pagoda which is located in the city center. Also this golden, differs from the other pagodas for its octagonal shape.

Birmania_viaggiandovaldi

A piedi, passando davanti ad un’infinità di bancarelle, raggiungiamo il nostro ristorante, il Danu Phyu Daw Saw, uno dei tanti frequentati dai locali: mangiamo benissimo! (8$ in due).

On foot, passing close to countless stalls, we reached our restaurant, the Danu Daw Phyu Saw, one of many frequented by locals: there, we ate very well! ($ 8 for two).

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Il cibo birmano non è particolarmente vario, a differenza ad esempio, di quello thailandese. Tuttavia, a modo suo, sa essere ugualmente gustoso!

The myanmar food is not particularly varied, like the Thai food. However, in its own way, knows to be equally tasty!

Birmania_viaggiandovaldi

La mattina successiva, partiamo in direzione di Kyaiktiyo e, più specificatamente, della famosa Golden Rock (ingresso 6$ a persona).

The next morning, we left to reach Kyaiktiyo and, more specifically, to the famous Golden Rock (admission $ 6 per person).

Birmania_viaggiandovaldi

Arriviamo in macchina a Kinpun (4 ore da Yangon) . Da lì, l’unico modo per salire in cima è prendere uno dei camion locali (2500 K a persona per i posti fuori – 3000K per quelli dentro, accanto all’autista). Preparatevi a stringervi e …tenetevi forte…corrono come matti lungo la strada, con noi neanche la pioggia li ha fermati😉

Considerate che gli orari di partenza variano a seconda di quanto velocemente si riempie il camion. E’ capitato che qualcuno aspettasse anche 3 ore!

We arrived to Kinpun by car (4 hours from Yangon). From there, the only way to climb to the top is to take one of the local truck (2500 K per person for places outside – 3000K for those inside, next to the driver). Get ready to shake and … brace yourselves … they run like hell down the road, with us not even the rain stopped them;-)

Consider that departure times vary depending on how fast it fills up the truck. It happened that someone waited for 3 hours!

 Birmania_viaggiandovaldi Birmania_viaggiandovaldi

Il tempo in questa occasione possiamo dire che non ci ha proprio assistito. Siamo arrivati in cima sotto il diluvio…non si vedeva nulla…era tutto quasi spettrale!

Lo spettacolo è stato bello lo stesso. C’era un non so che di fascinoso!

The time on this occasion we can say that there has witnessed. We arrived on the top with the flood … nothing could be seen… weather almost spooky!

 The show was beautiful all the same. There was a something of fascinating!

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Situato nello Stato Mon, questo piccolo stupa rappresenta il terzo luogo sacro di pellegrinaggio della Birmania. La particolarità è che, ricoperto interamente di foglie d’oro, si trova in equilibrio perfetto sopra una roccia.

La leggenda narra che questo equilibrio è garantito da una ciocca di capelli di Buddha, sottostanti.

Located in Mon State, this small stupa is the third sacred place of pilgrimage of Burma. The peculiarity is that this stupa, completely covered with gold leaf, is in perfect balance over a rock.

Legend has it that this balance is secured by a lock of hair of Buddha, below the rock.

 Birmania_viaggiandovaldi

Finita la visita, abbiamo passato la notte a Kinpun, presso il Golden Sunrise Hotel (55$ a notte con colazione). Un posto bellissimo, in mezzo alla natura.

La mattina si riparte, destinazione Bago (in macchina da Kinpun ci vogliono 2 ore).

Si trova a circa 80 km da Yangon, ed è  una delle maggiori città della Birmania. Fu la capitale del regno Mon e nel 1500 un importante porto per il commercio di rubini.

After the visit, we spent the night in Kinpun, at the Golden Sunrise Hotel ($ 55 per night with breakfast). A beautiful place, surrounded by nature.

In the morning we departed, destination Bago (by car to Kinpun: 2 hours).

It is located about 80 km from Yangon, and is one of the major cities of Burma. It was the capital of the Mon kingdom in 1500 and an important port for trade in rubies.

Birmania_viaggiandovaldi

Prima di arrivare, ci siamo fermati in un mercato locale.

Before arriving, we stopped at a local market.

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Arrivati a Bago, abbiamo visitato la Pagoda Shwemawdaw e il Khakhat Wain Kyang Monastery .

A pranzo mangiamo in ristorante frequentato da locali che, come sempre, ha il suo fascino!

Arrived in Bago, we visited the Pagoda Shwemawdaw and the Khakhat Wain Kyang Monastery.

For lunch we ate in a restaurant frequented by locals which, as always, has its charm!

Birmania_viaggiandovaldi Birmania_viaggiandovaldi

 Birmania_viaggiandovaldi

Prima di lasciare la città, ci fermiamo a visitare il famoso “Shwethalyaung“, un’ immensa statua di Buddha sdraiato, lunga 55 ed alta 16.

 Before leaving the city, we stopped to visit the famous “Shwethalyaung”, a ‘huge statue of Reclining Buddha, 55 long and 16 high.

Birmania_viaggiandovaldi

Non tralasciate la curiosa Kyaik Pun Pagoda raffigurante 4 statue giganti di Buddha, alte 34 metri, posizionate in corrispondenza dei punti cardinali, schiena contro schiena.

Do not miss the curious Kyaik Pun Pagoda depicting four giant statues of Buddha, 34 meters high, positioned at the cardinal points, back to back.

Birmania_viaggiandovaldi Birmania_viaggiandovaldi

Per visitare tutto ciò, abbiamo fatto una tessera comprensiva dei vari siti (10.000K a testa). In alcuni posti, tuttavia, vi chiederanno 300 k per la macchina fotografica.

To see what has been said before of Bago, we made a card including the various sites (10,000K each). In some places, however, you have to pay 300 k for the camera.

________________

Nel primo pomeriggio ritorniamo a Yangon e ci dirigiamo subito al Bogyoke Aung San Market (Bogyoke Aung San Road)  che, inaugurato nel 1926, è il più famoso mercato di Yangon. E’ molto grande, all’interno ci sono circa 1.641 shops nei quali potrete trovare di tutto, dai souvenirs all’artigianato locale. Fate attenzione all’edificio, in stile coloniale.  ….vale la pena farci un salto…è molto caratteristico.

In the afternoon we returned to Yangon and we headed straight to the Bogyoke Aung San Market (Bogyoke Aung San Road), which opened in 1926 and is the most famous market in Yangon. It ‘very big, inside there are about 1,641 shops where you can find everything from souvenirs to local crafts. Pay attention to the building, colonial style. ….  is very characteristic.

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi Birmania_viaggiandovaldi Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Alle spalle del market, una ferrovia molto suggestiva.

Behind the market, a railway very impressive.

Birmania_viaggiandovaldi

Usciti dal market, proviamo a passare davanti alla casa di San Su Kyi. Missione fallita. Impossibile entrare, tutta la casa è recintata, non si riesce neanche ad intravedere.

A cena andiamo da Aung Thukka (7800 K in due), anch’esso frequentato principalmente dai locali.

Leaving the market, we tried to visit the San Su Kyi’s house. Mission failed. It was impossible to enter, the whole house was fenced, you can not even to glimpse.

At dinner we went to the Aung Thukka Restaurant (7800 K in two), frequented mostly by locals.

____________

La mattina successiva, sveglia alle ore 4.00: volo per Bagan.

Prima di raggiungere Bagan, facciamo un rapida deviazione verso il Monte Popa (50 km da Bagan). Prima ancora, lungo la strada, ci fermiamo per vedere come funzione la lavorazione della palma.

The next morning, woke up at 4:00 am: flight to Bagan.
Before reaching Bagan, we made a quick detour to Mount Popa (50 km from Bagan). Before that, along the way, we stopped to see how they use the palm.

Birmania_viaggiandovaldi Birmania_viaggiandovaldi Birmania_viaggiandovaldi

 Dopo poco arriviamo a destinazione. Vulcano ormai estinto, il Monte Popa è famoso soprattutto da un punto di vista mistico e religioso, i birmani lo considerano la montagna sacra. Si narra, infatti, che essa sia la dimora del “Nats” (gli spiriti degli antenati antichi). Oggi è uno dei siti di pellegrinaggio più popolari del Paese.

Shortly after, we reached our destination. Extinct volcano, the Mount Popa is most famous as a mystical and religious point of view, the Burmese consider it as the  sacred mountain. Is said, in fact, that it is the abode of the “Nats” (spirits of ancestors ancient). Today is one of the most popular pilgrimage sites in the country.

Birmania_viaggiandovaldi

In cima si trova un monastero con le effigi del 37 Nats. Quando salite, sarete circondati da scimmiette.

On top, there is a monastery with the effigies of the 37 Nats. When you go up, you will be surrounded by monkeys.

IMG_2942 Birmania_viaggiandovaldi Birmania_viaggiandovaldi Birmania_viaggiandovaldi Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Pranzo veloce lungo la strada, consigliati dal nostro autista e finalmente arriviamo a Bagan.

Quick lunch along the way, recommended by our driver and finally we arrived in Bagan.

Birmania_viaggiandovaldi

Qui ci fermiamo, 2 notti, presso  il Thiripyisaya Sanctuary Resort  (130$ per due notti, inclusa colazione).

Vi conviene da subito compare un ticket per l’ingresso in tutti i siti archeolgici (15$ a persona). Inoltre, vi consigliamo di noleggiare le bici, elettriche o no, per girare liberamente e godervi la visita nel modo che più vi piace. Noi le abbiamo noleggiate direttamente dall’hotel (5$ per 4 ore – 10$ tutta la giornata).

Here,  we stayed 2 nights at the Thiripyitsaya Sanctuary Resort ($ 130 for two nights, including breakfast).

We suggest you to do a ticket for entry to all the archeological sites ($ 15 per person). In addition, we suggest you rent bikes, electric or not, for visit freely and enjoy Bagan in the way that you like. We have rented bikes directly at  the hotel ($ 5 for 4 hours – $ 10 all day).

Bagan si trova nella parte centrale del Paese, decisamente più secca di quella di Yangon. Il clima è afoso e fa molto caldo. Noi, solitamente, uscivamo la mattina e il pomeriggio dopo le 5, anche perché con la luce del tramonto è tutta un’altra cosa.

Bagan is located in the central part of the country, much drier than that of Yangon. The climate is very humid and hot weather. We usually vist the site in the morning and in the afternoon after 5 o’clock, also because with the sunset is another matter entirely.

Birmania_Bagan_viaggiandovaldi

Birmania_Bagan_viaggiandovaldi

 Birmania_viaggiandovaldi

Capitale del primo impero del Myammar, Bagan è uno dei siti archeologici più ricchi del Sud-Est dell’Asia e una delle principali mete turistiche del Paese.

La sua superficie è molto vasta, ed è piena di pagode risalenti al XIII e X sec. Ad oggi, se ne conservano  circa  2500. Tra le  più famose ci sono senza dubbio: la Shwezigon Pagoda, Ananda, Htinlominlo, Wetkyi – In- Gubyiaukkyi , Thatbyinnyiu, Mingalazedi.

Capital of the first empire of Myanmar, Bagan is one of the richest archaeological sites in South-East Asia and one of the main tourist destinations of the country.

Its surface is very wide, and is full of pagodas dating from the thirteenth and tenth century. To date, they retain about 2500. Among the most famous there are, without doubt, the Shwezigon Pagoda, Ananda, Htinlominlo, Wetkyi – In- Gubyiaukkyi, Thatbyinnyiu, Mingalazedi.

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_Bagan_viaggiandovaldi

Birmania_Bagan_viaggiandovaldi

Birmania_Bagan_viaggiandovaldi

La prima visita è per l’Ananda Patho, il tempio più grande del sito.

The first visit was to the Ananda Patho, the largest temple site.

Ananda Temple

Ananda Temple

Birmania_viaggiandovaldi Birmania_viaggiandovaldi Birmania_viaggiandovaldi Birmania_viaggiandovaldi

Il tramonto lo abbiamo visto in cima alla Swesandaw Paya. Arrivate per tempo, per trovare un bel  posto da cui ammirare l’intera valle. Noi siamo arrivati lì alle 6 ed era già pieno di gente. Il tramonto c’è stato intorno alle 6:30. Meraviglia!

We saw the sunset on the top of Shwesandaw Paya. We recommend to arrive  in time to find a nice place from which to admire the entire valley. We arrived there at 6 and it was already full of people. The sunset there was around 6:30. Amazing!

Swesandaw Paya

Swesandaw Paya

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_Bagan_viaggiandovaldi

Birmania_Bagan_viaggiandovaldi

La giornata successiva la dedichiamo interamente  alla visita di Old Bagan.

 We dedicated the day after entirely to the visit of Old Bagan.

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi Birmania_viaggiandovaldi Birmania_viaggiandovaldi Birmania_viaggiandovaldi Birmania_viaggiandovaldi

Pranzo lungo la statale in direzione New Bagan – Naung U.

Lunch in a small restaurant on the road towards New Bagan – Nyaung U.

Birmania_viaggiandovaldi

Relax in piscina e alle 17:00 riprendiamo le bici e arriviamo a Htilominlo Patho e ci perdiamo a pedalare nei dintorni.

Relax by the pool and at 17:00 cycling again to Htilominlo Patho and surroundings.

Htilominlo Patho

Htilominlo Patho

Birmania_Bagan_viaggiandovaldi Birmania_Bagan_viaggiandovaldi

Birmania_viaggiandovaldi

Birmania_Bagan_viaggiandovaldi

Birmania_Bagan_viaggiandovaldi IMG_3195

Il tramonto questa volta lo ammiriamo dalla Pyathada Paya.

This time we choose to admire the sunset from the Pyathada Paya.

Birmania_Bagan_viaggiandovaldi

to be continued….

Questa voce è stata pubblicata in Viaggiando... e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...