Capri…ma insolita! 2° parte

Villa Jovis…eccola qua!
Villa Jovis…here it is!

Villa Jovis

il panorama da Villa Jovis...

Sulla strada del ritorno, finalmente senza fretta, ci siamo potute gustare la bellissimaVia Tiberio e le sue splendide ville.
On the way back, without hurry now, we have been able to enjoy very nice Via Tiberius and its beautiful villas.

...aspettando l'amata dal mare...su Via Tiberio...

ValDi alla ricerca del taccuino...su Via Tiberio...

Percorrendola tutta, vi troverete ad un bivio dove è segnalata la strada per l’Arco Naturale, circa 20 minuti a piedi e vi troverete davanti un vero e proprio  spettacolo…
Walking along Via Tiberio, you will come to a crossroads where you can find the the road to the Natural Arch, about 20 minutes walk and you will come to a real show …

Si tratta della parte superstite di una grande grotta che si addentrava nella montagna. I flutti del mare ne ampliarono l’apertura e, quando la grotta fu sottratta all’azione erosiva del mare in seguito al sollevamento dell’isola durante il Paleolitico,il vento e la pioggia ne modellarono la superficie…il risultato è una formazione rocciosa alta 20 metri e larga 12 con una curiosa e suggestiva forma ad arco.
This is the surviving part of a large cave that penetrated into the mountain. The waves of the sea extended its opening and, when the cave was removed from the erosive action of the sea following the lifting of the island during the Paleolithic, the wind and the rain shaped the surface … the result is a rock 20 meters high and 12 wide with a curious and striking arc-shaped.

Da li, per tornare alla piazzetta di Capri, vi consigliamo vivamente di prendere il Sentiero di Pizzo lungo (dopo il ristorante “Le Grottelle”, seguite le scalinate che vi si trovano accanto). Lontano dagli itinerari più comuni e scontati, percorrendo questa strada, scoprirete la vera essenza di Capri, ammirandola nei sui angoli più nacosti e godendo di panorami mozzafiato sulla Penisola Sorrentina, i Faraglioni ed il Belvedere di Tragara. L’ultimo tratto è quello della Via Tragara, che vi condurrà nel bel mezzo della piazzetta di Capri. L’atmosfera quasi magica che si percepisce durante il sentiero di Pizzo Lungo dona ancora più fascino all’isola, che appare nella sua veste più selvaggia (la camminata dura quasi un’oretta!)
Lungo il sentiero, incrocerete anche la Grotta di Matermania (o di Matromania), un antro naturale utilizzato come ninfeo e modificato in epoca romana con opere in muratura, stucchi e mosaici oggi quasi del tutto scomparsi.
From there, to return to the square of Capri, we strongly recommend you to take the trail of Pizzo Lungo (after the restaurant “Le Grottelle”, follow the steps that are close to it). Far from the most common and obvious routes, along this road, you will discover the true essence of Capri, admiring from its hidden corners and enjoying stunning views of the Sorrento Peninsula, the Belvedere of Tragara and the Faraglioni. The last stretch is the Via Tragara, which will lead you in the middle of the square of Capri. The almost magical atmosphere that is felt during the Long Trail Lace gives even more charm to the island, which appears in its most wild nature (the walk lasts about an hour!).
Along the path, you’ll come across the Cave of Matermania (or Matromania), a natural cave used as a grotto and modified during Roman perio with painting and mosaics, now almost completely disappeared.

Grotta di Matermania

la splendida vista sui Faraglioni...dal Sentiero di Pizzo Lungo

la piazzetta

Sfinite ma soddisfatte, concludiamo la serata cenando in un posto davvero delizioso: “E’ Divino”, un’antica casa caprese rivisitata e adibita a ristorante (Via Sella Orta, Tel. 081 8378364). Gli spazi originari sono stati mantenuti tali, pertanto vi trovere a cenare in camera da letto piuttosto che in salotto, in cucina o nel giardino. I piatti sono particolari, molto sfiziosi…il servizio non è proprio dei migliori ma considerando il fascino del locale ci si può passare sopra!
Exhausted but satisfied, we conclude the evening dining in a really charming place: “E’ Divino”, an ancient Capri house restored and used as a restaurant (Via Sella Orta, Tel. 081 8378364). The original spaces have been maintained as they were, so you could dining in the bedroom rather than in the living room, the kitchen or in the garden. The dishes are partuculars, very delicious…the service is not exactly the best but considering the charm of the restaurant you can go on!

"E' Divino"

Terza ed ultima mattinata, subito dopo pranzo si riparte, la dedichiamo alla visita del Museo di Axel MuntheVilla San Michele (www.villasanmichele.eu/it/Benvenuto) (biglietto € 6.00).
Axel Martin Fredrik Munthe (Oskarshamn (Svezia) 1857 – Stoccolma 1949), medico svedese, fu anche scrittore, architetto e “animalista” ante litteram. Esercitò la sua professione sia a Roma che a Parigi, e nel 1903 divenne medico della Casa Reale svedese.  Nel 1929 scrisse La storia di San Michele, un racconto autobiografico romanzato della sua vita e del suo lavoro, il cui titolo si riferisce proprio alla villa che egli si costruì ad Anacapri, oggi diventata casa-museo…
“la mia casa deve essere aperta al sole e al vento e alle voci del mare – come un tempio greco – e luce, luce, luce ovunque!– per essere poi scagliato nell’ombra, cieco e solo. Villa San Michele è il luogo di chi desidera, sogna e cerca risposte. Benvenuti: siete in buona compagnia! Il mio consiglio è di scoprirla con i vostri occhi!
(citazioni: da Axel Munthe, La Storia di San Michele, p. 37, p. 315 Forum 1992)
We decided to dedicate aour third and last morning in Capri to the Axel Munthe Museum, the Villa San Michele (www.villasanmichele.eu/it/Benvenuto) (ticket € 6.00).
Axel Martin Fredrik Munthe (Oskarshamn (Sweden) 1857 – Stockholm 1949), Swedish physician, was also a writer, architectand “animal” before its time. He practiced his profession in both Rome and Paris, and in 1903 became the Swedish Royal House doctor. In 1929 he wrote The Story of San Michele, an autobiographical account of his life and his work, whose title refers to the house he built in Anacapri, that today is an house-museum…

“My house must be open to the sun, to the wind, and the voice of the sea, just like a Greek temple, and light, light, light everywhere!”.

(Axel Munthe, The Story of San Michele, p. 37)

Axel Munthe era ossessionato dalla paura della morte...questo mosaico si trova su uno dei pavimenti della sua Villa...

la vista panoramica dalla Villa San Michele

la sfinge di Villa San Michele

Dalla Villa potrete scendere a Capri percorrendo la Scala Fenicia, lunga e ripida, che per anni, prima della carrozzabile, ha rappresentato l’unica via d’accesso e di collegamento tra Anacapri e Marina Grande. A dire il vero ci ha lasciate un po’ perplesse circa il suo stato di mantenimento…decisamente scarso!
Once you are out of the Villa, you can reach Capr by the Phoenician Steps, long and steep, which for years, before the carriage, was the only way to access and connection between Anacapri and Marina Grande. It has left us a little perplexed about its state of preservation …!

Ultimo giro in piazzetta e nelle viette…e purtroppo è giunta l’ora di ripartire…
Last lap in the sqare and along the little street…and it’s time to go back…

vista panoramica dalla terrazza vicino la piazzetta di Capri

la Piazzetta!!

…il tempo stringe…via a riprendere i bagagli (abbiamo lasciato i bagagli nel deposito/toilette che potrete trovare vicino la piazzetta, proprio accanto alla funicolare).
 …there is no more time…let’s go to take our luggages (we left theluggages in the storage/toilets that you can find close to the square, right next to the funicular).

Torre dell'orologio

al prossimo viaggio!
See you soon…with the next trip!
Questa voce è stata pubblicata in Viaggiando... e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Capri…ma insolita! 2° parte

  1. salvatore ha detto:

    E dopo aver visto la costiera Amalfitana con tutte le sue gioie è possibile ragionare meglio sui paesi anche esteri che si vantano tanto.
    E’ sempre utile e bello visitare luoghi e paesi nuovi ma è meglio farlo conoscendo l’Italia; ci sono sicuramente posti stupendi ma il paragone con i nostri li valorizza o li penalizza e questa è conoscenza del viaggiare.
    VALDI continuate la Vostra avventura.
    Salvatore

  2. Alessandro ha detto:

    Complimenti per l’articolo, ricco di notizie utili e precise!
    saluti da Anacapri🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...